CONTRIBUTI PER L'ELIMINAZIONE ED IL SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE - PORTATORI DI HANDICAP - Comune di San Mauro Pascoli (FC)

guida ai servizi - Comune di San Mauro Pascoli (FC)

CONTRIBUTI PER L'ELIMINAZIONE ED IL SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE - PORTATORI DI HANDICAP

Codice interno:
Responsabile del procedimento: Marco Pollini
  • Unità organizzativa responsabile dell’istruttoria: 
    Segreteria (E-mail: segreteria@comune.sanmauropascoli.fc.it)

  • Responsabile dell'ufficio:
    Stefania Abbondanza (Tel.0541-936026)
    E-mail: segreteria@comune.sanmauropascoli.fc.it
  • Dirigente di riferimento: Marco Pollini (Tel.0541-936009)
    E-mail:marco.pollini@comune.sanmauropascoli.fc.it
  • Operatori:
    Gaetana Petrillo (Tel.0541-936027)
  • Orari:
    Dal 01.10 al 31.05 da lunedì a sabato dalle 8.30 alle 13.00 - martedì anche dalle 15.00 alle 16.30 Dal 01.06 al 30.09 da lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00
Cos'è:
La possibilità di richiedere contributi per interventi su immobili privati già esistenti ove risiedono in forma effettiva, stabile e abituale disabili oppure per l'acquisto di attrezzature finalizzate a rimuovere gli ostacoli su immobili adibiti a centri o istituti residenziali per l'assistenza.
Chi può richiederlo:
- Il portatore di handicap;
- L'esercente la potestà o la tutela sul portatore di handicap.
A chi è destinato:
- Ai disabili con menomazioni o limitazioni funzionali permanenti di carattere motorio e i non vedenti;
- a chi ha a carico persone con disabilità permanente;
- ai condomini dove risiedono i soggetti sopra descritti;
- ai centri o istituti residenziali per i loro immobili destinati all'assistenza di persone con disabilità.
Modalità di Attivazione: A domanda
Come si richiede :
Occorre presentare:
- una descrizione sommaria delle opere da realizzare e della spesa prevista;
- un certificato, rilasciato da qualsiasi medico, attestante l'handicap oppure un certificato dell'azienda USL competente in caso di invalidità totale.
- una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (Art. 47 DPR 447/2000) dalla quale risulti l'ubicazione della propria abitazione e le difficoltà di accesso.

NOVITÀ 2014: D.G.R. Regionale sulle modifiche riguardanti la procedura di richiesta contributi per abbattimento eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati ex L. 13\89.

ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente)
L’ISEE da considerare ai fini del presente atto è quello del nucleo famigliare di cui l’invalido fa parte.

Graduatoria
Le graduatorie comunali sono formate dando precedenza agli invalidi “totali”.
Gli invalidi “parziali” sono collocati nelle graduatorie dopo gli invalidi “totali”.
All’interno delle due categorie di invalidi (“totali” e “parziali”) le domande sono collocate in ordine crescente di valore ISEE (Indicatore della situazione Economica Equivalente).
Nel caso di domande con il medesimo valore ISEE, prevale il criterio temporale di presentazione della domanda al Comune.
Ai fini della formazione della graduatoria:
1) nel caso di domande per la medesima opera presentate da più invalidi: si tiene conto del valore ISEE più basso;
2) si tiene conto solo del valore ISEE del nucleo familiare di cui l’invalido richiedente fa parte nel caso di:
a) opere da realizzarsi su parti comuni di un edificio;
b) domanda presentata da chi esercita la tutela, potestà, procura o amministrazione di sostegno
sull’invalido;
c) opere compiute a spese di soggetti diversi dall’invalido.
Le domande non soddisfatte nell’anno per insufficienza di fondi restano comunque valide per gli anni successivi. Rimane ferma la precedenza delle domande presentate da invalidi “totali”, anche se presentate nell'anno
successivo.
Per la definizione di invalidità “totale” e “parziale” si rimanda all’art. 11 della legge n. 13/1989 e alla circolare ministeriale del 22/06/1989.
Gli invalidi che hanno già presentato in Comune la domanda per il fondo di cui alla legge 13/1989 entro il 01/03/2014 non possono fare domanda anche per il fondo regionale di cui alla presente delibera, qualora si tratti del
medesimo intervento edilizio.

Contributo
In caso di concessione a qualsiasi titolo di altri contributi per la realizzazione della stessa opera, all’importo del contributo regionale deve essere detratto l’importo degli altri contributi fino a concorrenza del contributo regionale.

Assegnazione fondi L. 13/89 e fondo regionale
Con successivo atto della Giunta verranno definiti i criteri di riparto del fondo regionale agli invalidi presenti in graduatoria.
In caso di presenza sia di un finanziamento statale per le graduatorie comunali di cui alla legge n.13/1989 sia di un finanziamento regionale per le graduatorie comunali di cui alla presente delibera,
il Comune procederà ad assegnare prima i fondi statali e successivamente i fondi regionali.

Decorrenza
L’efficacia delle disposizioni del presente atto decorre a partire dal 02/03/2014.
Tempi: Entro il 1 marzo di ogni anno.
Spese a carico dell'utente: Marca da bollo da apporre sulla domanda.
Riferimenti legislativi (Normativa): Legge 13/1989
Modalità di attivazione degli strumenti di tutela in favore dell'interessato 1
Note:
L'entità del contributo è determinata sulla base delle spese sostenute e comprovate, per un massimo di Euro 7.101,27, nonchè sulla base delle somme trasferite al comune dallo Stato e dalla Regione.
Pubblicato il 
Aggiornato il