Carteggi - Comune di San Mauro Pascoli (FC)

Autografi | Carteggi - Comune di San Mauro Pascoli (FC)

I CARTEGGI

 

Pascoli Contarini

Da sinistra: Giovanni Pascoli, al centro Giuseppe Sala Contarini e a destra l'amico Giovan Francesco Sammarco.
Messina, Maregrosso.

Fondo PASCOLI-GIUSEPPE SALA CONTARINI

Il Fondo è costituito da 42 lettere e cartoline tra Pascoli e il suo amico e agente Giuseppe Sala Contarini. Quest'ultimo conobbe Pascoli come vicino di casa a Messina e ne fu influenzato al punto tale che, laureatosi in Giurisprudenza e avviatosi alla professione legale, non volle rinunciare agli interessi letterari e si iscrisse nuovamente all'Università, frequentando le lezioni di Pascoli. La loro corrispondenza abbraccia con continuità gli anni messinesi del poeta, facendosi più lacunosa negli anni successivi.

 

Pietro Guidi

L'amico sammaurese Pietro Guidi, Pirozz.

 

Fondo PASCOLI-PIETRO GUIDI

La profonda e lunga amicizia che legò Pascoli e il compaesano Pietro Guidi in un rapporto duraturo e sincero, è testimoniata dall'affettuoso carteggio intercorso tra i due, in un arco di tempo compreso tra la fine degli anni Settanta dell'Ottocento e il 1912, anno della morte del poeta.
Si tratta di circa un'ottantina di missive tra Pascoli e l'amico Pirozz, (ecco come Pascoli lo chiamava) considerato quasi come un fratello avendo la loro amicizia radici che affondavano negli anni dell'infanzia.
Pietro Guidi infatti, quasi coetaneo di Giovanni - essendo nato nel 1853 - conobbe con molta probabilità il poeta negli anni in cui la famiglia Pascoli abitò alla Torre (1862-1867). La famiglia Guidi infatti risiedeva proprio in un podere vicino alla Tenuta Torre dei Torlonia, amministrata da Ruggero Pascoli.

Pubblicato il 
Aggiornato il